A ognuno la sua parte

28 Apr 2016

A ognuno la sua parte

L’estate è ormai alle porte e il mercato del beverage si appresta a vivere la sua fase più “calda” dove i distributori italiani saranno pronti, come sempre, a fare la loro parte. È vero che dopo la straordinaria estate del 2015 non sarà facile fare meglio, tuttavia i presupposti per una grande stagione ci sono tutti, considerando che l’economia italiana si sta avviando, seppure lentamente, verso una ripresa e che il settore Ho.Re.Ca è sempre vivo e vitale. A questa dinamicità va aggiunto un ulteriore e fondamentale impulso che deriverà dal turismo, visto che i tragici accadimenti internazionali che ci riporta la cronaca giornaliera e le questioni legate alla sicurezza relative ad alcune mete turistiche, rimettono in gioco l’Italia come destinazione “tranquilla” oltre che, come del resto lo è sempre stata, di grande appeal. Turismo significa ospitalità e ristorazione, e quindi di riflesso significano impulso e opportunità anche per il canale Ho.Re.Ca., dove i distributori avranno la possibilità di mettere in luce la loro vocazione primaria: quella di essere la cinghia di trasmissione di quel comparto che rappresenta la buona ospitalità e la ristorazione italiana, uno degli emblemi d’eccellenza del made in Italy. Una vocazione che del resto è stata ribadita in occasione dell’International Horeca Meeting, e nello specifico nel protocollo di intesa avviato fra ITALGROB e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) dove emerge chiaramente quanto i distributori potranno fare per lo sviluppo dei territori ove lavorano, a favore di quei locali impegnati nell’ospitalità, dando inoltre slancio ai prodotti e all’economia dei territori. Dal territorio all’ambiente poi il passo è breve e obbligato. E qui entra il gioco l’altra fondamentale questione, l’altro importantissimo tavolo di lavoro che vede impegnata la Federazione, tavolo sul quale si scriverà il regolamento attuativo dell’Articolo 39 sul Vuoto a Rendere. Anche questo un tassello di grande importanza per lo sviluppo futuro del mondo Ho.Re.Ca. e della stessa distribuzione. Come si può vedere quindi i presupposti per approcciarsi con fiducia ai prossimi mesi di proficuo lavoro ci sono tutti: dal distributore impegnato sul suo territorio, ai consorzi con il loro lavoro di coordinamento, fino alla Federazione impegnata sui tavoli della politica. A ognuno la sua parte quindi, con l’auspicio che l’estate faccia anche la sua. Dino Di Marino Direttore Generale Italgrob Fonte GBI

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Comments are closed.